8 aprile​ 2019

Politeama Garibaldi
I turno ore 9,30 – II turno ore 11,30

Magaria
Fiaba Musicale per voce recitante e orchestra di bambini

Musiche di Marco Betta
Testo di Andrea Camilleri
Voce narrante di Paolo La Bruna
con la partecipazione diVirginia Alba
Orchestra della Scuola Media Statale “Leonardo Da Vinci” di Palermo

Magaria nasce nel 2001, Andrea Camilleri scrive una fiaba, immaginando parole magiche che fanno scomparire e riapparire chi le pronuncia e chiede al compositore Marco Betta di creare le musiche “dichiarandosi disponibile ad apportare dei cambiamenti al testo se La Musica, che comanda, lo richiede”.Betta crea una partitura in cui gli strumenti musicali corrispondono ai vari personaggi: il Nonno è un violoncello, Lullina è un violino, il Maresciallo è una tromba. La musica diventa quindi una sorta di testo parallelo, di riflesso sonoro della narrazione, di immagini perché “la musica tratteggia il destino climatico della temperatura delle emozioni dei personaggi, con piccoli colori tenui disegna i colori dell’anima – ci spiega il compositore, che continua – nel 2001 per Magaria ho scritto tre versioni, una per orchestra grande, una per orchestra più piccola e questa straordinaria per orchestra di bambini; straordinaria perché i bambini hanno un atteggiamento con la musica meraviglioso. La musica ha la necessità non tanto di essere studiata quanto di essere amata, questa è una cosa che i musicisti sanno, per capire la musica la devi amare. I bambini hanno un mondo incantevole, un mondo senza barriere dove i sogni e la realtà sono insieme, dove la realtà può essere un sogno e viceversa, questo fa si che i bambini siano molto facilitati (per me che scrivo musica) a capire quello che io voglio, e inoltre con una favola hanno una marcia in più, perché la realtà che vivono è già un sogno, questo è il valore aggiunto che le orchestre di bambini regalano”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.