Chi siamo

cropped-logo1925.jpg
Targa di rappresentanza del Presidente della Repubblica Italiana Medaglia Celebrativa della Citta’ di Palermo

La Storia

Fondata nel 1925 dall’avvocato Vito Trasselli Varvaro, l’Associazione Siciliana Amici della Musica ha ricevuto sin dall’inizio il sostegno dell’Accademia d’Italia (presieduta da Filippo Tommaso Marinetti) e ha dato vita a un’intensa programmazione culturale che includeva anche un concorso nazionale di composizione (presieduto da Francesco Cilea) e svariate Stagioni di concerti a Palermo, Agrigento, Messina, Siracusa e Trapani.

Nel 1937 la presidenza dell’Associazione è stata assunta dal generale Salvatore Pasqualino di Marineo. Sospese nel 1939 a causa degli eventi bellici, le attività dell’Associazione sono riprese nell’immediato dopoguerra, grazie all’impegno di Guglielmo Pasqualino e di Amedeo Gibilaro.

Nel 1967, la presidenza dell’Associazione è stata assunta da Raffaello Rubino. Nel 1968 gli Amici della Musica hanno realizzato la Sesta Settimana Internazionale Nuova Musica (27-31 dicembre). Nel 1973, la presidenza è stata assunta da Francesco Agnello, che è rimasto alla guida dell’Associazione sino al novembre del 2010. Durante questo lungo periodo, gli Amici della Musica hanno assunto un rilievo culturale che li pone oggi tra le più importanti istituzioni musicali italiane.

A partire dal 1997, la direzione artistica è stata assunta da Dario Oliveri. Nel 2011, alla morte di Francesco Agnello (28 novembre 2010), la presidenza dell’Associazione è stata invece assunta dal Dott. Cosimo Aiello. Dall’ 8 luglio 2014 l’On. Dott. Raffaello Rubino assume la carica di presidente dell’Associazione. Il 20 marzo 2001, gli Amici della Musica hanno festeggiato il loro concerto numero 3000 con un’esibizione del Sestetto d’Archi dei Berliner Philarmoniker.

Nel decennio 1997-2007, l’Associazione ha registrato un incremento delle presenze pari al 143%, per un totale di 410.000 spettatori paganti. In particolare, durante l’anno 2011, l’Associazione ha registrato un totale di 51.197 presenze paganti, di cui fanno parte migliaia di studenti delle scuole e dell’Università di Palermo.

Oltre a organizzare due regolari Stagioni di concerti al Politeama Garibaldi e un vasto calendario di manifestazioni destinate al pubblico delle scuole, del Conservatorio e dell’Università di Palermo, a partire dal 2007 l’Associazione ha dato vita a un nuovo percorso di formazione musicale realizzato in collaborazione con la Fondazione Don Giuseppe Puglisi di Brancaccio, l’Istituto Comprensivo Statale “Madre Teresa di Calcutta” e altre istituzioni scolastiche della città di Palermo.

Nell’ambito di tale progetto, gli Amici della Musica hanno prodotto, tra l’altro, le prime rappresentazioni in Sicilia delle opere di teatro musicale per ragazzi Brundibàr, Lo Scoiattolo in gamba, Facciamo una città!, Magaria, Cenerentola Azzurro e Scene da Pollicino.

In corrispondenza con l’Anno scolastico 2013-14, gli Amici della Musica hanno dato inizio alla prima fase attuativa di un nuovo percorso di formazione musicale, denominato “Progetto Sistema”, che si pone l’obiettivo generale di promuovere la pratica collettiva della musica, sia vocale che strumentale, presso i giovani del centro storico di Palermo. In tale contesto, l’esperienza del “far musica insieme” viene inteso come mezzo di integrazione culturale, di educazione alla legalità e di organizzazione e sviluppo della comunità. Tale progetto, di cui è testimonial Salvatore Accardo, è stato finanziato dal Ministero dell’Interno a valere sul PON Sicurezza 2007-2013. Le attività di laboratoriali, di formazione e di affascinazione alla musica, proseguiranno per tutto il corso dell’Anno scolastico 2014-15 presso le sedi dell’Istituto Comprensivo Statale “Perez-Madre Teresa di Calcutta”, dell’Istituto Magistrale “Regina Margherita” e dell’Oratorio Salesiano “Santa Chiara”. Quale punto di arrivo del percorso formativo è prevista una serie di esibizioni all’interno dei singoli istituti e di alcuni concerti-performance collettivi, realizzati anche attraverso la collaborazione fra gli allievi dei laboratori musicali e il Coro e L’Orchestra del “Regina Margherita”.