Lunedì 30 marzo

I Solisti della Scala

Fabrizio Meloni clarinetto
Fabien Thouand oboe
Gabriele Screpis fagotto
Jorge Monte de Fez corno

Emilio Aversano pianoforte


Programma

Beethoven 250° anniversario

D. Scarlatti
Sonata k 380 in mi magg.
Sonata k 531 in mi magg.
Sonata k 239 in fa min.

(Pianista Emilio Aversano)

W.A. Mozart
Quintetto k 452 in mi bem. magg.

L. van Beethoven
Quintetto op.16 in mi bem. magg.

T. Citro
Quintetto “Omaggio a Ludwig”
(dedicato a “I Solisti della Scala)

Biografie


Emilio Aversano 
Ospite di prestigiosi Teatri, Festival ed Associazioni tra cui La Società dei concerti di Milano, le Serate Musicali di Milano (dove suona con Orchestre quali L’Orchestra da camera del Maggio Musicale Fiorentino), Amici della musica di Palermo, Ravello Festival, Teatro Politeama di Catanzaro (dove ha suonato con l’orchestra dei Cameristi della Scala di Milano), ha riportato in auge un genere esecutivo di antica tradizione, la “maratona pianistica”, eseguendo a memoria nella stessa serata quattro concerti per pianoforte e orchestra nella Sala dell’istituto italiano di cultura di Budapest e nella Goldener Saal del Musikverein di Vienna con la Mav Symphony Orchestra di Budapest, oltre che al Teatro Dal Verme e Sala Verdi del Conservatorio di Milano, unitamente alla Gewandhaus di Lipsia, accompagnato dalla Filarmonica di Stato rumena di Bacau diretta da Ovidiu Balan, concerto che pubblicato in doppio cd live dal mensile Amadeus ha ricevuto particolare attenzione dalla critica specializzata (“La maratona di Aversano è Forte”, Quirino Principe, Il Sole 24 ore). 
Nel 2018 ha esordito al Teatro alla Scala di Milano suonando il Quintetto di Dvòrak con il Quartetto d’ archi della Scala. Gian Mario Benzing ha riportato sulle pagine nazionali del Corriere della Sera il grande successo dell’evento, titolando la sua recensione “I suoni profondi del quartetto con Aversano”.
Tra le pubblicazioni discografiche di rilievo è prevista l’edizione di un Cd con 12 Sonate di D. Scarlatti per Warner Classic. È presente nella nuova Stagione 2020 del Teatro alla Scala, dove l’11 Maggio prossimo suonerà in apertura di concerto tre Sonate Scarlatti in solo recital e poi con “I Solisti della Scala” un programma dedicato ai Quintetti per pianoforte e strumenti a fiato. Laureato cum laude in lettere moderne, ha avuto occasione di attendere per diversi anni agli insegnamenti del grande pianista francese Aldo Ciccolini.

I Solisti della Scala
L’Ensemble de “I Solisti della Scala” nasce dalla volontà del Maestro Riccardo Muti, dalla sovrintendenza e dalla direzione artistica del Teatro alla Scala nel 1990. Formato dalle prime parti Soliste dell’orchestra del Teatro alla Scala e dell’omonima Filarmonica, ha una formazione variabile, capace nelle sue varie declinazioni di eseguire un repertorio che spazia dal Classicismo alla musica dei nostri giorni. L’Ensemble de “I solisti della Scala” è sin dalla sua fondazione regolarmente presente nelle stagioni cameristiche del Teatro alla Scala e nelle principali istituzioni musicali in Italia e all’estero.
La Gran Partita del genio Salisburghese è stata portata in tournée ed è conclusa con la registrazione di un cd e dvd sotto la direzione del maestro R. Muti.
Per citare alcune delle più prestigiose sale al mondo (Carnegie Hall – NY, Musikverein – Vienna Tonhall – Zurigo, Santory Hall Tokyo)
Tra le collaborazioni di spicco quelle con M. W Chung, D. Barenboim e lo stesso R. Muti nella veste straordinaria di pianista.
Le varie formazioni hanno registrazioni con le più importanti case discografiche internazionali (Deutsche Grammophon, Decca, Warner Classic, Sony, CPO, Amadeus, Limen Music).
Tra i prossimi progetti discografici l’uscita di un disco di musiche francesi (J. Francaix, F. Poulenc) con il pianista Emilio Aversano per Warner Classic.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.