Martedì 7 maggio 2019

Orchestra Sinfonica del Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo
Loris Capister direttore
Andrea Cortesi violino
Gilda Buttà pianoforte

Shostakovich Ouverture festiva op. 96
Casella Scarlattiana per pianoforte e orchestra
Kancheli Bridges to Bach
Kancheli Chiaroscuro  per violino e orchestra  (prima esecuzione assoluta in Italia)


Loris Capister si diploma in Composizione e Direzione d’Orchestra al Conservatorio “G.Verdi” di Milano e  si specializza con Franco Donatoni per la composizione  all’Accademia di S.Cecilia di Roma e con Aldo Ceccato per la direzione d’orchestra. Vincitore di concorsi internazionali, ha pubblicato con Sonzogno, Edi-Pan, Pendragon. Ha diretto e collaborato con orchestre e cori tra cui “I Pomeriggi Musicali” di Milano, “Orchestra Sinfonica Siciliana”, “Orchestra del Teatro Massimo” di Palermo, “Nuovo Coro del Politecnico di Milano”.  E’ titolare di una classe di Composizione presso il Conservatorio “Alessandro Scarlatti “di Palermo.


Andrea Cortesi ha  collaborato con numerose orchestre, suonando con solisti e direttori come Ennio Morricone, Yo-Yo Ma, Riccardo Muti, Salvatotre Accardo, Massimo Quarta, Alirio Diaz, Dulce Pontes,Katia Ricciarelli,  Francesco Manara, Gilda Buttà, Enrico Bronzi, Nicola Piovani, Ramin Bahrami. Musicista versatile, Cortesi ha al suo attivo, concerti e  produzioni discografiche sia nella musica classica e contemporanea che nel Jazz e nel rock ed  è stato primo violino solista in due date italiane del Symphonicity Tour di Sting. Ha avviato un’intensa collaborazione artistica con il grande compositore georgiano Giya Kancheli. La connessione Kancheli-Cortesi è iniziata nel 2014 con la registrazione del brano ‘Time … and Again’ per violino e pianoforte, poi, nel 2016, attraverso l’album Brilliant Classics con la prima registrazione mondiale delle MINIATURE per violino e pianoforte. Nel 2017, invitato a Tbilisi dal compositore, ha realizzato la prima mondiale del ciclo per violino e archi dal titolo LETTERS TO FRIENDS.


Gilda Butta’, messinese, svolge gli studi musicali al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, diplomandosi a sedici anni con lode sotto la guida di Carlo Vidusso. Vincitrice di vari concorsi pianistici (nel 1976 ottiene il Premio  Franz Liszt) inizia prestissimo un’intensa attività concertistica  in Europa e in Asia. Collabora per molti anni con Ennio Morricone incidendo numerose colonne sonore composte dal musicista (su tutte “La leggenda del pianista sull’oceano”). Costituisce un duo stabile con il marito Luca Pincini, violoncellista. Già docente nei conservatori di Firenze e Pescara, attualmente è titolare di una cattedra di pianoforte presso il conservatorio di Frosinone.